Home   La Storia   L'Agriturismo   Ospitalità   Immagini   Il Lodigiano   Tariffe   Dove Siamo   Contatti

 

La provincia di Lodi (pruincia de Lod in dialetto lodigiano)e' una provincia italiana della Lombardia di 227 655 abitanti, con capoluogo a Lodi. Confina a nord con la provincia di Milano, ad est con la provincia di Cremona, a sud con l'Emilia-Romagna (provincia di Piacenza), ad ovest con la provincia di Pavia e con l'exclave di San Colombano al Lambro (MI).
Fu istituita il 6 marzo 1992, a seguito dello scorporo di 61 comuni dalla provincia di Milano.
Nella provincia cinque comuni si fregiano del titolo di citta': Lodi, Codogno, Casalpusterlengo, Lodi Vecchio e Sant'Angelo Lodigiano.
Il territorio lodigiano si estende per circa 780 chilometro quadrati ed e' quasi interamente delimitato dalla riva destra dell'Adda, dalla sponda sinistra del Lambro e dalla riva sinistra del Po. Gli elementi tipici sono proprio i corsi d'acqua naturali e artificiali, e una regolare pianura inclinata leggermente da Nord a Sud-Est (declivio circa dell'1.5 per mille). Unica eccezione, il limitato rilievo delle colline di San Colombano al Lambro, che raggiungono l'elevazione massima di 144 metri sul livello del mare. Il terreno e' tipicamente alluvionale, generalmente composto di arena o siliceo calcarea, o argilloso silicea e calcarea che unita a strato di calce carbonata, mista spesso ad allumina, forma la crosta vegetale o arabile.
Sebbene istituita di recente, le origini storiche di questa provincia ben inserita in una tipologia ambientale omogenea di bassa pianura e delimitata da grandi fiumi, risalgono almeno a 2 millenni fa.
Il primo riconoscimento giuridico si ebbe nell'89 a.C. con Gneo Pompeo Strabone e nel 49 a.C. con Giulio Cesare che concesse la cittadinanza romana ai cittadini di Laus Pompeia. Il territorio era conosciuto come ager laudensis.
La Diocesi di Lodi sorgera' nel 374, garantendo anche nei tempi piu' calamitosi la coesione di tutto il territorio.
Nel Basso medioevo ci fu un'eccezionale opera di bonifica dei vasti luoghi paludosi del territorio attraverso uno splendido lavoro di ingegneria idraulica, che rese il Lodigiano una delle terre piu' fertili d'Europa.
Nei secoli successivi all'eta' dei Comuni, al territorio venne riconosciuta dai vari dominatori una certa liberta' amministrativa (contado di Lodi). Fu pero' con l'avvento degli austriaci nel XVIII secolo che si ebbe il riconoscimento pieno del Lodigiano; il contado infatti assunse forma di provincia nel 1757, e ne assunse formalmente il nome nel 1786, con la riforma di Giuseppe II.
Dopo la tumultuosa parentesi napoleonica (con l'effimera costituzione del Dipartimento dell'Adda nel 1797, poi annesso al Dipartimento dell'Alto Po con capoluogo Cremona), nel 1816 fu ripristinata la Provincia, che acquisí anche il Territorio Cremasco e prese il nome di Provincia di Lodi e Crema.


Immagini dal Lodigiano